Nei dintorni

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random

Hawaii Park di Cassino

L'Hawaii Park nel tempo è diventato uno dei più grandi parchi acquatici del centro Italia.
Posto ideale per lo svago e il divertimento per i giovani e per tutta la famiglia, il parco è situato a pochi passi dal centro di Cassino.

Adatto sia alle famiglie che ai ragazzi, offre attrazioni per tutte le fasce d'età. Per i bambini attrazioni ed aree a loro dedicate: il castellino magico e lo spray park con decine di giochi ad acqua, il piccolo funghetto con la sua piscina e lo scivolo per i più coraggiosi l'emozionante giostra del brucomela per tutta la famiglia,i trampolini elastici per i più energici e tante altre attrazioni.

Tra le attività nci sono corsi di nuoto, campus estivi con giochi d'animazione e di squadra! E rendiamo felici i nostri bambini fino a fine giornata con palloncini colorati, mascotte e tanto altro!

Il parco ha pensato anche agli utenti che hanno voglia di passare una giornata in pieno relax, grazie alle due vasche idromassaggio e aree pic-nic immerse in verdi prati attrezzati con tavoli e sedie, oppure con asciugamani per chi vuole stendersi sotto l'ombra degli alberi.

Terracina

Località turistica del litorale pontino, terracina offre ai visitatori un centro storico tutto da scoprire e panorami mozzafiato sulla pianura pontina e le isole al largo della costa laziale.

Di origini antichissime vede il suo massimo splendore in epoca romana, nel 312 a.C. vi passò la via Appia, che collegava Roma con Capua e la città crebbe di importanza, cominciando ad espandersi nella pianura, in collegamento con lo sfruttamento agricolo del territorio, mentre la città più antica venne progressivamente trasformandosi in zona monumentale, oggi sono numerosi i resti romani degni di visita come il tempio di Giove Anxur che domina la città.

Spiagge lunghe e dalla sabbia soffice e dorata sono il luogo ideale per passare le vacanze al mare, fosse anche per un giorno solo.
Nelle vicinanze il Parco Nazionale del Circeo, situato a pochi chilometri dalla città.

Grotte di Pastena 

Inserite all’interno del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, le Grotte di Pastena sono definite tecnicamente come “grotte di attraversamento”, completamente percorribili (il ramo attivo solo da speleologi) dall’inghiottitoio fino alla risorgenza.

L’inghiottitoio (l’attuale antro d’ingresso) nel quale si gettano le acque del fosso Mastro, è conosciuto da sempre dalla popolazione locale: alto 20 m e largo 12 m, le testimonianze del suo utilizzo, fin dalla preistoria, sono numerose. Nel 1868 fu teatro dell’eccidio degli ultimi seguaci del brigante Andreozzi che vi si erano rifugiati, inseguiti da gendarmi.

Costretti ad arrendersi per fame, furono fucilati, mentre un seminarista da essi trattenuto in ostaggio moriva di spavento. Le grotte sono state esplorate nel 1926 dal barone Carlo Franchetti e da altri speleologi e rese turistiche già a partire dal 1927.

Durante il secondo conflitto mondiale vi trovarono rifugio centinaia di profughi, fuggiti dai paesi circostanti. Il sito si divide in due percorsi principali costituiti da un ramo attivo inferiore e da un ramo fossile superiore, ed è considerato tra i maggiori complessi speleologici della nostra penisola e consente di ammirare le più interessanti forme del carsismo sotterraneo: maestose e suggestive sale, stalattiti, stalagmiti e colonne dalle forme bizzarre, laghetti e nelle stagioni più piovose fragorose cascate, che rendono la visita alle grotte un’esperienza emozionante.

Sperlonga

Sperlonga sorge su uno sperone di roccia affacciato sul Mar Tirreno alle pendici dei Monti Aurunci.

Il territorio che lo circonda è perlopiù pianeggiante, con spiagge di sabbia dorata che si alterna a vari speroni di roccia che si gettano in mare a formando calette meravigliose, alcune delle quali raggiungibili solo in barca.

In epoca romana qui sorsero diverse ville nobiliari, la più celebre è sicuramente quella appartenente all'imperatore Tiberio, comprendente una grotta naturale modificata e decorata con sculture inerenti l'eroe omerico Ulisse.

Forte impulso al turismo in questo straordinario borgo, venne rappresentato oltre che dalla scoperta delle sculture della villa di Tiberio 1957, dall'arrivo della strada costiera Via Flacca" che ruppe il secolare isolamento di queste zone.

ospitality 1 Ospitalità

Main Menu